Bevilacqua, Lega: “I prossimi lavori della Valpolcevera passeranno dal Lungotorrente Secca”




A fare il punto della situazione è il capogruppo della Lega del Municipio Valpolcevera Alessio Bevilacqua


Dopo un incontro pubblico, al quale hanno partecipato Alessio Piana, consigliere regionale della Lega e Commissario regionale, Alessio Bevilacqua e due tecnici per spiegare ai cittadini i lavori di riqualificazione che vedono interessata l’area del Lungotorrente Secca. Il capogruppo della Lega chiarisce dettagliatamente cosa accadrà nei prossimi mesi.

“Si tratta di uno spazio che al momento è in stato di abbandono; ci sono fabbricati che non sono utilizzati da decenni e degradano notevolmente l’area” commenta Bevilacqua che ricorda quante persone si siano rivolte a lui per riqualificare e valorizzare quel luogo. “Molti mi chiedevano come si potesse bonificare, cosa si potesse fare, perché altro spazio non fosse tolto ai cittadini. Bene, dopo mesi di studi e progetti sappiamo che verranno abbattuti gli edifici per creare un parcheggio e noi ci impegneremo anche per creare uno spazio verde” precisa Alessio Bevilacqua.

Si tratta di un argomento molto sentito per il territorio e i fatti, la sala dove si è tenuto l’incontro era al completo, rispettando le normative per il COVID-19, che ha visto comunque limitare il numero di posti. “Noi siamo stati contattati come gruppo consigliare anche per altre situazioni legate al Lungotorrente Secca, soprattutto per l'aspetto della viabilità; abbiamo già portato diversi documenti in sede di consiglio; porteremo inoltre tutte queste istanze sentite dal territorio all'interno delle istituzioni, per poter dare voce ai cittadini che ci hanno contattato e con cui ci relazioniamo e confrontiamo sempre” precisa il capogruppo.

Dopo tanti anni di abbandono, ora finalmente c'è un progetto e la cittadinanza ne è entusiasta; “Il progetto c'è, ma bisogna vedere la volontà politica del comune di Genova e di regione Liguria. Entrambi hanno dato vita a questo progetto, per andare a risolvere una situazione degradata da tempo, soprattutto dal punto di vista della sicurezza, per evitare ad esempio gli allagamenti in zona. Quindi, è previsto l’inizio dei lavori tra non molto tempo, nonostante la burocrazia preveda diversi passaggi tra comune e regione” commenta Bevilacqua soddisfatto che continua dicendo: “Noi ascoltiamo i cittadini e fino all’intimo questo loro desiderio lo poteremo a termine” conclude.

Si evince che tutte le richieste dei cittadini che non sono state ascoltate dalle amministrazioni precedenti, adesso come negli ultimi anni saranno ascoltate.

Chiara Caorsi

15 visualizzazioni0 commenti