Samp-Milan 0-1

A pochi mesi dalla vittoria sull’Atalanta che è valsa la Champions League, il Milan batte la Sampdoria 1-0 e riparte da dove aveva finito.

La squadra di Pioli, alla prima ufficiale senza Donnarumma e Calhanoglu, passa in vantaggio con un’azione iniziata e finalizzata proprio dai sostituti dei due svincolati: Maignan rinvia lungo, Calabria beffa Augello e scarica dal fondo per l’accorrente Brahim Diaz che col destro sorprende un impreciso Audero. Non è la prima volta che il Milan si affaccia con pericolosità dalle parti del portiere blucerchiato direttamente da rinvio dell’ex Lille. Al 5′ situazione analoga con Rafael Leao che sfrutta il lancio per controllare e calciare trovando questa volta l’ottima risposta di Audero.

Al 18′ il primo brivido per i rossoneri: Gabbiadini si incarica di un calcio di punizione e Maignan la tocca quel che basta per deviare il pallone sulla traversa. Al 26′ altra chance per i rossoneri: Theo Hernandez impegna Audero con un tiro dalla distanza, sulla respinta Krunic spreca calciando sull’esterno della rete. Nella ripresa è la Sampdoria ad avere la prima chance da gol: al 53′ Theo Hernandez perde palla, Gabbiadini ne approfitta e calcia ma Maignan risponde ancora presente. All’81’ c’è spazio anche per l’esordio di Florenzi. La Sampdoria si lancia all’assedio nel finale, tra l’85’ e l’86’ Verre (subentrato al posto dell’infortunato Gabbiadini) spreca due nitide occasioni in area. Gli ultimi due brividi per il Milan che conquista i primi tre punti della stagione e trova la terza vittoria esterna consecutiva contro i blucerchiati.

7 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti