Sampdoria, Roberto D’Aversa si presenta: “Un orgoglio allenare questo club”


Presentazione in grande stile allo stadio Luigi Ferraris per il nuovo allenatore della Sampdoria, Roberto D’Aversa. Ad introdurre il primo nuovo acquisto del club è il presiedete Massimo Ferrero: “Sono molto felice che siate qui oggi. Questa è la giornata della Sampdoria che ha scelto un grande allenatore”.

Per me la Sampdoria è uno dei club più importante d’Italia” esordisce Roberto D’Aversa che poi prosegue: “Io ho indossato questa maglia e sono ancora forti i ricordi delle emozioni che i tifosi fanno vivere a chi veste questi colori. È un orgoglio per me allenare questo club, nato il 12 agosto come me. E quest’anno sarà un anniversario davvero speciale 75 anni per la società e 30 dallo scudetto. Mi auguro di essere all’altezza.

Sul passaggio di consegne con mister Ranieri dopo l’abbraccio all’ultima giornata del campionato scorso quando ancora sedeva sulla panchina dei ducali: “Ci tengo a salutare con stima e affetto Claudio Ranieri. All’epoca nessuno pensava che il futuro potesse portare me alla Sampdoria e lui lontano da Genova. Ripeto, è un rapporto di stima che nasce dalla partita di Parma dell’anno scorso. Per noi giovani Ranieri è visto come esempio per come ricopre il nostro ruolo”.


Sul modulo che il neo tecnico porterà in dote ancora non c’è certezza: “Dipende dai giocatori che si hanno a disposizione perché bisogna metterli in condizione di fare bene. Negli ultimi anni ho cambiato un po’ il metodo di lavoro: allenamento singolo mattutino e per fare gruppo colazione e pranzo insieme".


"È chiaro che durante la settimana si lavora in base alle caratteristiche proprie e quelle degli avversari. Bisogna però considerare anche i momenti, con il covid è stato tutto più difficile. Il calcio si evolve e con lui anche la metodologie di lavoro” ha sottolineato.


Su Quagliarella: “Fabio è il nostro capitano ed un giocatore importante. Sono convinto che sarà fondamentale anche nel prossimo campionato”. Poi un commento anche sulla squadra: “Società, staff e giocatori sono una triade fondamentale per riuscire a creare qualcosa di importante. Damsgaard, che sta facendo davvero bene con la Danimarca, spero di poterlo avere a disposizione l’anno prossimo


E, a proposito di europei Roberto D’Aversa lancia il suo in bocca al lupo al CT azzurro: “Colgo l’occasione per fare i complimenti a Mr Mancini e mi auguro che Wembley possa avere un altro sapore”.

Non poteva mancare un commento sul mercato: “Oggi come oggi ci sono delle difficoltà, ho avuto garanzie sul fatto di non svendere. Laddove dovessero arrivare offerte importanti sarei il primo a capire ma dovremmo sostituirli con giocatori altrettanto importanti”.

7 visualizzazioni0 commenti