La nuova TV: in Liguria il passaggio al DBV T2 fissato per marzo 2022

Non si ferma l'evoluzione della televisione digitale e, a partire da giugno 2022, in tutta la penisola italiana verrà concluso il passaggio al Digital Broadcasting Video T2. Un percorso che sarà caratterizzato da tre tappe principali che coinvolgeranno gradualmente tutte le regioni.


Le prime a "sposare" la nuova tecnologia saranno Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte, Valle D'Aosta, Veneto, Friuli Venezia Giulia e le province autonome di Trento e Bolzano che inizieranno lo switch-off a partire dal 31 dicembre 2021. Le seguiranno Liguria, Campania, Lazio, Sardegna, Umbria e Toscana che avranno tempo fino al 31 marzo 2022 per completare l'adeguamento. Completeranno l'opera il 20 giugno 2022 Abruzzo, Basilicata, Puglia, Sicilia, Marche e Calabria.


Non sarà obbligatorio o necessario cambiare il proprio televisore. I dispositivi acquistati a partire dal 2017 dovrebbero già essere in grado di ricevere il nuovo segnale. È già possibile verificare lo stato della TV sintonizzandosi sul canale 100 o sul canale 200. Se sullo schermo apparirà la scritta "Test HEVC Main10" vorrà dire che l'apparecchio sarà già abilitato visione dei programmi trasmessi con la nuova tecnologia.


In caso contrario sarà necessario aggiornare il televisore collegando un decoder oppure sostituendolo sfruttando anche il Bonus TV promosso dal Ministero dello Sviluppo Economico proprio per agevolare la transizione. Il MISE ha pubblicato un sito dedicato esclusivamente alla "televisione del futuro" visitabile all'indirizzo nuovatvdigitale.mise.gov.it.









28 visualizzazioni0 commenti